Ready Player One

Ready Player One books

TL;DR Player One è un romanzo molto interessante e ricco di riferimenti retrò e a videogame, ma anche ad alto contenuto di virtual reality. Non fatevelo scappare!
Il libro in questo momento è introvabile sia fisico che ebook, per cui mi sento libero di lasciarvi il link per scaricarlo (pdf, epub, mobi, odt).
Sarò felice di rimuoverlo appena uscirà una ristampa: DOWNLOAD.


Articolo originariamente pubblicato il 4 settembre 2015 su breakingtech.it/player-one-libro-retrogamer/


Non capita certo spesso di parlare di libri che abbiano come tema principale i videogiochi, ma per fortuna esiste Player One (titolo originale: Ready Player One), scritto dal brillante statunitense Ernest Cline come romanzo d'esordio. Partendo dal titolo è ovvio come questo sia un richiamo per i videogiocatori, soprattutto quelli del passato che si recavano in sala giochi per passare la giornata davanti ad un cabinato di Pac Man o Space Invaders. Ma possiamo tranquillamente dire che l'intero libro è dedicato ad una cultura pop anni ’70 e ’80 di tutto rispetto, come ad esempio i Monty Python o i Goonies o Ritorno al Futuro (siete pronti per il Ritorno al Futuro day? Manca poco al 21 ottobre!). In questo libro le citazioni non fanno solo parte dell'ambientazione, sono punti cruciali per il proseguimento della storia, ma ora ci arriviamo…

OASIS_Fan_Art_Logo

OASIS è un grosso, immenso videogioco. Un intero universo fittizio dove puoi fare quasi qualunque cosa di quelle che faresti nella vita reale, e per accedervi occorre un visore di realtà virtuale corredato con speciali guanti che permettono persino di dare la possibilità al giocatore di toccare e prendere oggetti.

E mentre noi siamo ancora alle prese con Oculus Rift e realtà virtuali varie ancora da perfezionare, dentro al futuristico mondo di Player One la vita si è praticamente trasferita online in questo gigantesco MMO (gioco online multiplayer di massa), infatti è possible persino innamorarsi, studiare, o lavorare.

Non è proprio tutto rosa e fiori in questo anno 2040, tutt'altro, l'umanità ha ormai pressochè prosciugato il pianeta Terra delle sue risorse, portando inevitabilmente a guerre e carestie. OASIS diventa quindi anche una via di fuga dalla realtà per la maggior parte delle persone, per evitare di guardare in faccia un mondo di cui si ha terribilmente paura.

A sconvolgere le cose arriva una notizia inaspettata che fa il giro del mondo in pochi istanti: Halliday, visionario e creatore di OASIS, è morto senza lasciare eredi al suo enorme e gigantesco patrimonio. Ma la cosa più sconvolgente è il videomessaggio intitolato L'invito di Anorak (il suo nickname all'interno del gioco) che lascia come testamento.
Questo video inizia con la canzone It's a Dead Man's Party e annuncia l’inizio di una immensa caccia al tesoro che si svolgerà all'interno di OASIS, il cui premio finale consisterà addirittura in tutti i beni posseduti da Halliday, compreso OASIS stesso.

Chiunque avrebbe potuto trovare l'Easter Egg e vincere, non importa se povero o ricco, giovane o vecchio (mi ricorda un po' Willy Wonka). Una cosa era chiara a tutti, non sarebbe stato facile e sicuramente sarebbe stata richiesta una grande conoscenza degli anni ’70, in quanto Halliday ne era ossessionato e li ricordava come i migliori anni della sua gioventù.

Tre chiavi, ognuna una porta aprirà
Che il valor dei viandanti proverà
Chi l’ardue prove superar saprà
Giunto alla Fine, il premio otterrà

In molti gunter (egg hunter, cacciatori dell'uovo) tentarono l'impresa, ma non ci fu nessun risultato, neanche un piccolo indizio. Per questo motivo l'interesse verso la Caccia calò mano a mano col passare degli anni...finchè un giorno il nome di Parzival, protagonista del romanzo, salì in cima al segnapunti del sito internet del defunto Halliday.

Qui comincia la particolare storia raccontata nel libro.
Non posso non consigliarlo, è molto ben scritto e anche la traduzione in italiano dei vari riferimenti a film, giochi, canzoni, è accuratissima. Cosa di non poco conto in questo particolare titolo.
Sebbene non manchino alcuni passaggi più monotoni o leggermente insensati, senza alcun dubbio Player One è stato in grado di aggiudicarsi un posto nella mia personale raccolta di libri preferiti!

E per concludere, Warner Bros ha comprato i diritti per tirare fuori un film basato sul romanzo, il regista designato è nientemeno che Steven Spielberg. Sperando che sia in grado di portarci un film che mantenga intatto il livello raggiunto dal libro.

Il libro in questo momento è introvabile sia fisico che ebook, per cui mi sento libero di lasciarvi il link per scaricarlo (pdf, epub, mobi, odt).
Sarò felice di rimuoverlo appena uscirà una ristampa: DOWNLOAD.

EDIT 2017: il film si farà, ed è già disponibile il trailer! Ovviamente l'hype è alle stelle.

EDIT 2018: film uscito, non farò una recensione completa qui ma vale la pena andarlo a vedere :)

Lasciate un commento!